Associati Fondazione Easy Care

Alzheimer, scoperta la molecola che blocca la malattia

È stata scoperta dai ricercatori della Fondazione EBRI 'Rita Levi-Montalcini' una molecola che 'ringiovanisce' il cervello bloccando l'Alzheimer nella prima fase: è l'anticorpo A13, che ringiovanisce appunto il cervello favorendo la nascita di nuovi neuroni e contrastando così i difetti che accompagnano le fasi precoci della malattia.
Leggi di più

 

Fondazione Easy Care dice no a qualsiasi forma di violenza contro le donne

25 NOVEMBRE 2019
La violenza, in qualsiasi forma, è uno dei comportamenti umani che da sempre connota le società autoritarie, le comunità disgregate e rapporti tra le persone basati sulla sopraffazione. La violenza sulle donne, in particolare, assomma retaggi, che si fa fatica a chiamare “culturali”, situazioni sociali molto deboli e il pensiero che un uomo possa avere potere assoluto sulla donna.

Ma, soprattutto, le storie di violenza sulle donne vengono vissute e accadono nella solitudine. Solitudine possibile perché le nostre comunità non hanno più solidi legami di coesione. Dove l’isolamento di ognuno e di tutti rende le persone facili prede delle parole d’odio e di rancore e dove chi si pensa più forte si crede anche autorizzato a prevaricare, mentre chi è debole non ha punti di riferimento nella comunità. Lavoriamo quindi affinché, anche attraverso la coesione delle comunità, la violenza sulle donne possa diventare al più presto solo un brutto ricordo.

I Social Cohesion Days al festival Punto e a capo

5 OTTOBRE 2019 / ore 16:00 / Spazio Culturale Orologio
Social Cohesion Days organizza in collaborazione con Punto e a Capo – un festival di Reggio Emilia sul tema del libro e della lettura come possibilità di conoscenza, di ascolto, di autonomia e libertà di pensiero – l’evento Oh, Harriet! In silenzio verso la libertà: un incontro per dialogare con Francesco D’Adamo, l’autore, sui temi della libertà, del coraggio, del valore della vita.
Guarda il programma

 

XXVI giornata Mondiale dell’Alzheimer

21 SETTEMBRE 2019
Il 21 settembre dal 1994 viene celebrata la giornata mondiale dell'Alzheimer, istituita dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall'Alzheimer's Disease International (ADI) con l'obiettivo di informare e sensibilizzare l'opinione pubblica su una delle patologie più invalidanti che possono colpire l'uomo; una condizione che porta sempre con sé profonde sofferenze e tante difficoltà, non solo per chi ne è colpito, ma per tutta la famiglia.

Fondazione Easy Care promuove i sistemi di welfare e le politiche per la coesione sociale come strumenti a sostegno delle persone fragili e delle famiglie. Oltre alla propria attività istituzionale e di ricerca, è tra i promotori del progetto Prontoserenità, per offrire alle famiglie sostegno, assistenza  e cura; Prontoserenità è un servizio sviluppato in tutto il Paese, con 1.169 piani di assistenza erogati e 41 sportelli in 16 regioni.
Fondazione Easy Care auspica che i finanziamenti destinati all'assistenza e alla cura dell'Alzheimer siano ricompresi nei diritti universalmente esigibili, come avviene per i percorsi della disabilità.

Un po' di numeri
Uno dei recenti Rapporti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, rispetto alla demenza, riporta stime di crescita allarmanti: sono 35,6 milioni le persone affette da demenza, che raddoppieranno nel 2030 e triplicheranno nel 2050 con 7,7 milioni di nuovi casi all’anno.
In Italia, il numero totale delle persone con demenza è stimato in oltre un milione e circa 3 milioni sono le persone direttamente o indirettamente coinvolte nell’assistenza dei loro cari.

CATTOLICA ASSICURAZIONI ENTRA IN FONDAZIONE EASY CARE

29 MAGGIO 2019
Siamo molto orgogliosi di comunicarvi che Cattolica Assicurazioni, uno dei maggiori attori del mercato assicurativo italiano, entra in Fondazione Easy Care: un sodalizio per la promozione e lo sviluppo di progetti, ricerche e studi sui temi dell'innovazione dei sistemi di welfare.
Leggi il comunicato stampa

UN NUOVO RISTORANTE SOSTENIBILE ALL'INTERNO DEI CHIOSTRI DI SAN PIETRO

12 APRILE 2019 / ore 18:00
In occasione dell'inaugurazione del Festival Fotografia Europea aprirà a Reggio Emilia il Ristorante Caffetteria dei Chiostri di San Pietro, sito all'interno del Laboratorio Aperto Urbano: il nuovo centro di sperimentazione di modelli di economia collaborativa e di innovazione sociale e tecnologica, gestito da Consorzio Quarantacinque e Consorzio Oscar Romero.

Lo scorso 23 marzo sono stati riaperti al pubblico i Chiostri di San Pietro, dopo un importante intervento di recupero e valorizzazione. Il complesso monumentale benedettino risalente al XV secolo ospiterà il Laboratorio Aperto Urbano, un centro di sperimentazione di modelli di economia collaborativa e di innovazione sociale e tecnologica, gestito da Consorzio Quarantacinque e Consorzio Oscar Romero. All’interno del Laboratorio sarà presente un Ristorante Caffetteria aperto al pubblico che inaugurerà venerdì 12 aprile in concomitanza dell’apertura delle mostre di Fotografia Europea e sarà aperto fino al 6 giugno dalle 10 alle 19 durante il fine settimana e nei seguenti giorni: 22, 24, 25 aprile e 1, 2, 3 maggio. Qui sarà possibile consumare esclusivamente prodotti provenienti dall’economia sociale, nel rispetto dell’ambiente, della sostenibilità e della biodiversità. Nel progetto sono stati coinvolti la cooperativa Betadue, che si occuperà della gestione del ristorante, e la pasticceria Mente Dolce.

Coesione sociale: dagli indicatori al Manifesto

8 marzo 2019 / ore 15:00 / FIERAMILANOCITY
Vi aspettiamo a Fa' la cosa giusta! per la prima tappa del percorso di costruzione del Manifesto per la coesione sociale. Perché una società coesa è una società in grado di coniugare progresso umano e crescita economica, consentendo l’autorealizzazione delle persone e innescando un circolo virtuoso di sviluppo inclusivo, equo e sostenibile.

Con Eleonora Vanni, Presidente Legacoopsociali, Raul Cavalli, Presidente Fondazione Easy Care, Lorenzo Busi, Responsabile Servizio Welfare UBI Banca, Giorgio Fiorentini, Università L. Bocconi, Anna Grosso, resp. rapporti istituzionali Essity Italy,  Marco Grassi, Area Commerciale S.N.M.S. Cesare Pozzo.

Fà la cosa giusta! Milano

8-9-10 marzo 2019 / ore 09:00
Fondazione Easy Care partecipa a Fa' la Cosa Giusta!, la prima e la più grande fiera nazionale del consumo critico e stili di vita sostenibili. L'evento si svolgerà a Milano.

Ci trovate nel padiglione 3 di Fieramilanocity.
Vi aspettiamo numerosi!


REGIONALISMO DIFFERENZIATO E GOVERNANCE DELLA SANITÀ INTEGRATIVA. CRITICITÀ, POTENZIALITÀ E SFIDE

28 gennaio 2019 / ore 16:00
Il direttore di Fondazione Easy Care parteciperà in qualità di relatore all'evento organizzato in occasione della presentazione del volume di Massimo Campedelli «La governance dei fondi sanitari integrativi. Un ruolo per le regioni?». L'incontro si terrà presso l'aula XPERIENCE LAB dell'Università Bocconi - via Bocconi, 8, Milano.

Il tema della governance pubblica del sistema dei fondi sanitari integrativi è recentemente tornato al centro del dibattito a seguito delle iniziative intraprese nel corso del 2017 dalle Regioni Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna per il riconoscimento di forme e condizioni particolari di autonomia. La presentazione del volume di Massimo Campedelli «La governance dei fondi sanitari integrativi. Un ruolo per le regioni?» vuole essere l’occasione per confrontarsi con i protagonisti della sanità pubblica e della sanità integrativa sui possibili scenari evolutivi a partire dalle analisi e riflessioni sviluppate dall’autore.

Scarica il programma in pdf

CSR Lab Emilia Ovest

19 dicembre 2018 / ore 14:30
Fondazione Easy Care partecipa alla presentazione dei risultati dei laboratori svolti nel 2018. L'obiettivo è quello di lanciare spunti e riflessioni per lo sviluppo nel 2019 di nuovi laboratori tematici rivolti alle imprese, finalizzati a definire nuovi progetti e iniziative di valore per le aziende.

L'incontro è occasione per imprese e attori del territorio di approfondire l’esperienza di nuovi percorsi di Corporate social responsability, capaci di cogliere le opportunità organizzative e imprenditoriali che nascono da nuove sfide globali e sociali dell’Agenda 2030, presentando in particolare dimensioni trasversali quali la “diversità” all’interno delle aziende, le relazioni e i partenariati con altri territori internazionali, le connessioni tra agricoltura e società, la dimensione del benessere organizzativo e ambientale dell’azienda.

Scarica il programma in pdf